I giardini di Monet a primavera

I giardini di marzo: tra pittura, arte floreale ed evasione. Con l’arrivo della bella stagione la natura si risveglia e tu con lei. Ami la pittura, il giardinaggio e hai voglia di una gita floreale di primavera davvero speciale? Ti portiamo dentro un quadro di Monet, ma per davvero! Visita il villaggio di Giverny, nella regione dell’Alta Normandia, dove si trova la casa in cui visse Monet, dal 1883 al 1926 e che oggi ospita la Fondazione dedicata al maestro impressionista più amato di sempre.

Il giardino di Giverny, con 700.000 visitatori all’anno, è tra le maggiori mete turistiche di Francia ed un luogo assolutamente da visitare una volta nella vita per provare un profondo senso di libertà e percepire fragranze mutevoli, ammirando la bellezza di colori a volte cupi e sbiaditi; altre volte saturi e brillanti, in base alla stagione dell’anno in cui ci si trova.

La costruzione di questo scenario su un piccolo corso d’acqua, il Ru, permetteva a Monet di rilassarsi e di dedicarsi alla pittura; qui infatti l’artista creò il suo giardino da dipingere: un luogo da favola in cui fiori, luci, macchie di colore alternate a pozze d’acqua coperte da ninfee si confondono in modo apparentemente disordinato, per combinarsi infine in un accurato equilibrio naturale. Il posto è tale che fa ormai parte del nostro immaginario collettivo per rappresentare il giardino delle meraviglie, e questa sua particolarità lo ha reso uno dei pochi luoghi al mondo in cui la natura imita l’arte e non il contrario, proprio perché Monet è riuscito a realizzare quanto le variazioni cromatiche dei campi di tulipani, dei giacinti e dei narcisi olandesi da una lato e la sua profonda ammirazione per l’arte giapponese dall’altro gli avevano ispirato.

Immerso tra glicini rampicanti, boschetto di bambou, ginkgo bilba, peonie giapponesi, salici piangenti e le tanto dipinte ninfee, avrai la sensazione di entrare in una bolla dove il tempo si è fermato. Potrai così rivivere la stessa colorata magia di un quadro en plein air. Un ottimo modo per entrare in sintonia con la natura, imparando ad ascoltarne il respiro ed apprendendone naturalmente il ritmo.

Apri le tue porte alla primavera, scopri i colori di marzo più belli del giardino di casa di Monet!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...