FAVOLE PER ADULTI: IL BOSCO E I SUOI FRUTTI (MEGLIO DI UNA SPA)

Funghi Marinati con Scotch Bonnet e Alkekengi
Funghi Marinati con Scotch Bonnet e Alkekengi

Amo il bosco, uno spazio misterioso nel quale risuonano tutte le fiabe del mondo, racconti archetipici che hanno abitato la nostra infanzia.

Il bosco ha una sua personale mitologia fatta di “Dei” vegetali che giocano a nascondino nell’oscurità dei suoi spazi, e dove ogni cosa è parte di un’altra, concorrendo alla definizione involontaria di un magnetico paesaggio teatrale. Il fungo è intimamente legato all’albero grazie alla straordinaria “micorriza”, una fitta rete a noi invisibile che in uno scambio/simbiosi  silenzioso mette in relazione albero e fungo e nel quale ognuno dei due organismi ne trae vantaggio. Una network solidale in natura che ha molto da insegnare all’uomo.

Io ho sempre salutato il fungo come un “messaggero” di mondi altri, venuto a comunicare qualcosa. Un punto di connessione tra noi e il mondo vegetale.

Sul finire dell’estate, con le prime piogge di settembre, mi piace esplorare i boschi nel silenzio, respirare a pieni polmoni l’aria sottile e i profumi intensi ed umidi. La pace di un bosco è magnifica, profondamente rigenerante, effetto SPA garantito. Per chi, come me, è affamato di fantasia e stimoli sensoriali il bosco è anche una palestra per le emozioni.

12036777_10206107133409947_7858743895926302734_n

La fioritura dei funghi è un miracolo e ad ogni angolo, dietro un tronco, una collinetta, o ai margini di un avvallamento umido ecco spuntare una amanita muscaria, il (tossico) fungo delle favole, rosso con bizzarri pois bianchi, capace di trasformare all’improvviso il più comune dei boschi in un  luogo da favola certificato. Più in là, un gruppo di Catharellus Cibarius, i profumatissimi finferli, dal colore aranciato vivace così capace di infondere il buon umore. Passo oltre un imponente groviglio di arbusti di lamponi dolcissimi e infine, ecco lui, accanto ad alcune vecchie querce, il cappello inconfondibile bruno/nocciola del capovillaggio Boletus Edulis, il fungo porcino, il più goloso, il più amato. Già immagino cosa potrà diventare in cucina. Lo stacco dolcemente dal terreno con movimento rotatorio, ammirandone il nobile cappello illuminato dai riflessi del tiepido sole che  penetrano nella fitta boscaglia. Lo pulisco sul posto con un pennellino, come è giusto fare, per permettere la dispersione delle spore ( equivalenti dei semi) tutto intorno e garantire altre fioriture. Ringrazio il bosco e prometto che questo regalo non andrà sprecato.

12002773_10206054450292902_4451911509004600712_n

Ho inserito in questa ricetta lo Scotch Bonnet, peperoncino caraibico di piccantezza medio/alta; la sua nota fruttata incontra in modo interessante i profumi del bosco in un piacevole contrasto.

Lo scotch Bonnet è coltivato con passione dal vivaio La Margherita (MV).

I funghi porcini arrivano dalla meravigliosa bottega delle meraviglie vegetali di Frutteto Garibaldi, a Milano

RICETTA FUNGHI MARINATI

2 spicchi d’aglio

Boletus edulis – Funghi porcini 1kg

1 limone

Olio evo

Rosmarino, un piccolo rametto

1 rametto

Sale

Vino Bianco, 1 bicchiere

Pepe Nero In Grani

Chiodi Di Garofano 4

Alloro 4 foglie

Pinoli una manciata

Scotch bonnet giallo – un quarto (e dipende dai gusti)

Pulire i funghi con cura, evitando l’acqua corrente ma usando un panno umido, quindi affettarli non troppo sottili , si deve sentire la consistenza (circa mezzo centimetro di spessore). Sbucciate l’aglio, schiacciatelo e fatelo dorare in una padella con 5 cucchiai d’olio. Unite i funghi, le spezie e le erbe aromatiche e il peperoncino affettato molto sottile, salate e cuocete per 5-6 minuti su fiamma bassa. Spremete il limone e versare il succo sui funghi, bagnare con il vino bianco e proseguire la cottura per una quindicina di minuti con coperchio.

Tostare leggermente i pinoli in una padella antiaderente senza condimenti e a fuoco basso.

A cottura terminata lasciate raffreddare: filtrate il fondo di cottura, cospargetelo sui porcini e serviteli freddi. Completare con i pinoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...